Vai al contenuto
Home » Non è un paese per giovani, e nemmeno per i più fragili

Non è un paese per giovani, e nemmeno per i più fragili

Elezioni. La campagna elettorale è finita e con essa il mercato delle parole ed il suk delle proposte irrealizzabili, prive dell’indicazione di quanto costano e di dove si prendono i soldi necessari

Non so voi, ma io sono francamente contento che sia arrivato il giorno del voto e sia finalmente finita una campagna elettorale in cui a molti dei protagonisti non è parso vero poter parlare per giorni e giorni solo dell’aumento delle bollette (senza dubbio drammatico) e di poco altro, risparmiandosi così la fatica di dover spiegare ai cittadini la concretezza di una serie di proposte campate per aria, se è vero come  è vero, come ha documentato il sito Pagella Politica, che il 96% delle promesse contenute nei programmi è senza copertura. Tutto ciò anche grazie alla complicità di un circo mediatico fatto da giornalisti poco inclini a fare domande scomode ed incalzanti, soprattutto in televisione, che è ancora oggi la fonte prevalente di informazione per gran parte degli italiani.

Ed infatti, sarebbe stato interessante ascoltare in qualche dibattito il punto di vista dei leader sulla situazione delle carceri italiane e sui rimedi da prendere subito per affrontare la situazione di invivibilità che ha portato ad un aumento esponenziale dei suicidi dei detenuti ( ne abbiamo già parlato su NEM, scommettendo sul fatto che in campagna elettorale il tema non sarebbe stato nemmeno sfiorato) ma anche del personale di custodia ( che ha una media di suicidi nettamente superiore a qualunque altra forza di polizia), e che provoca situazioni di negazione di diritti fondamentali della persona come quelle denunciate dal Garante Metropolitano dei diritti dei Detenuti, Paolo Praticò, che è stato costretto a rivolgersi alla Procura della Repubblica per segnalare, come scrive in un comunicato stampa, il caso di un detenuto disabile psichiatrico ristretto presso il carcere di via San Pietro a Reggio Calabria, che versa in uno stato di totale degrado, vivendo seminudo tra i propri escrementi che per quanto ripuliti periodicamente dal personale addetto.

In queste settimane mi sono chiesto quale impatto avrebbe potuto avere sulla campagna elettorale un leader (uno qualsiasi intendo) che fosse stato capace di fare un dibattito vero con un gruppo di giovani sui temi che più interessano loro, come quelli richiamati da Paolo Zappulla nel suo articolo sui fuorisede e da Eleonora De Blasio su giovani e voto. Per non parlare della tematica della scuola e dell’università e dei temi forti posti da Ernesto Galli della Loggia in un suo articolo sul Corriere della Sera, che sintetizziamo nella nostra rubrica Zapping. Perché, salvo qualche rara eccezione, hanno tutti preferito i comizi davanti a platee più o meno vaste e confronti solo con giornalisti, a dibattiti senza rete con i giovani, i cittadini e gli altri destinatari delle proposte elettorali? Forse perché sono abituati a promettere in campagna elettorale e poi dimenticare, come giustamente lamenta la Rete dei giovani #ImpegnoInCalabria con la presa di posizione che pubblichiamo.

Infine, per restituire un valore politico all’accoglienza e all’esigibilità dei diritti delle persone più fragili, di cui parla Lucia Lipari nel suo pezzo di analisi dei programmi in tema di immigrazione, sarebbe stato bello ascoltare un confronto tra gli esponenti politici (specialmente quelli che fanno i “duri” sul tema)  e gli operatori istituzionali ed i volontari che salvano vite e lavorano restituire dignità e speranza a chi abbandona tutto, a rischio della propria vita, per guadagnare un futuro migliore per se ed i propri figli.

Non è andata così, magari un’altra volta.

Nel frattempo, preso atto che nessuno dei capi partito in campo si è degnato di comunicarci se ha intenzione di tenersi questa pessima legge elettorale ( che, grazie al voto bloccato, consente loro di portare in Parlamento i fedelissimi), sostituendola con una che restituisca  agli elettori il potere di scelta, condivido con voi un link con una utile guida al voto realizzata dal sito Pagella Politica (https://pagellapolitica.it/articoli/cose-da-sapere-elezioni-domenica-25-settembre).

NEM - Nessuno Escluso Mai
Testata Web No Profit - Reg. Trib. Reggio Cal n.2/2022
Tel. 3277323525 Via Paolo Pellicano, 21h - 89128 Reggio Calabria (RC)
Direttore Responsabile Giuliano Quattrone - Web Master e Designer Danilo Avila