fbpx
Vai al contenuto
Home » Il servizio agli altri come scelta di vita

Il servizio agli altri come scelta di vita

Storie di chi si mette in gioco. Dall’associazionismo al volontariato il passo è breve e molto stimolante

Se preferisci, ascolta l’audioarticolo

Sono Ilaria, una Scout di 24 anni. Da quattro anni ho scelto di servire la mia comunità parrocchiale ed i suoi ragazzi decidendo di impegnarmi come Capo reparto, e da poco ho scelto di intraprendere l’esperienza del Servizio Civile Universale*.

Nel cammino scout l’esperienza del servizio agli altri si fa attraverso due percorsi, uno associativo ed uno extra associativo. Il servizio associativo si svolge all’interno della propria comunità e del proprio gruppo, durante il quale si viene assegnati ad una branca (Lupetti, Reparto) e ci si affianca ai capi formati per dare una mano. Il servizio extra associativo, invece, è svolto al di fuori della propria comunità. Arriva un momento in cui devi scegliere quale servizio intraprendere e quando non si hanno esperienze, spulciando tra le opportunità, si sceglie quella che sembra più allettante.

La mia prima esperienza è stata in una comunità dove alloggiavano alcune mamme in difficoltà con i loro bambini. Sapevo che gran parte del tempo l’avrei trascorso con i bambini, e per questo la mia scelta è stata abbastanza leggera e spensierata: meno spensierati sono stati i mesi di permanenza in quel contesto. Ho pensato più volte di abbandonare, perché mi sono interfacciata con storie difficili da ascoltare e metabolizzare, con mamme e bambini che si portavano dietro un passato e sofferenze a volte molto dure, ma alla fine ce l’ho fatta.

Dopo quella esperienza ho continuato con altre realtà che mi hanno particolarmente coinvolta e trasmesso una visione diversa dell’esistenza. Ho incontrato vite piene di ostacoli, dalla diversità alla disabilità: ogni “modo” di superarli ha lasciato qualcosa dentro di me. Tra i ricordi indelebili c’è sicuramente l’esperienza di Scampia, dove ho conosciuto ragazzi che, stanchi e soffocati dal contesto in cui vivevano, hanno preso la loro vita in mano e progettato una vera e propria rinascita, chi dentro e chi fuori dal quartiere.

Il tempo e le esperienze fatte mi hanno dato la possibilità di conoscere storie che vanno oltre l’immaginario di ogni giorno, e così ho capito che il servizio a chi si trova in difficoltà non può essere semplicemente un modo per riempire la giornata, ma deve diventare una scelta di vita, una scelta che è alla portata di tutti, perché non bisogna pensare di essere chiamati a fare cose particolari o straordinarie: ho percepito la gratificazione di dare una grande mano a qualcuno anche solo parlandoci, e ho capito quanto certe persone possano lasciarti il cuore pieno solo con un sorriso.

L’ultimo anno è stato per me particolare per impegni e cambiamenti, ma nonostante ciò che già faccio nel mio gruppo, ho ancora tanta passione da mettere in gioco e soprattutto tanta curiosità verso le esperienze di servizio che ancora non ho conosciuto. Ecco perché ho scelto il Servizio Civile Universale, che trovo un percorso adatto a chi vuole spendersi con il prossimo. Sono attirata dalla possibilità di fare nuove esperienze e soprattutto di collaborare con chi ha fatto del servizio agli altri tutta la sua vita, pronta ad affrontare le difficoltà e le peculiarità che incontrerò strada facendo, con la speranza di affrontarle nel modo giusto. Mi auguro di raccogliere il più possibile dalle esperienze che farò e di concludere l’anno arricchita di pazienza e voglia di continuare a spendermi nel servizio.

________________

*Il Servizio Civile Universale consiste nel dedicare volontariamente alcuni mesi alla difesa non armata della Patria, all’educazione e alla pace attraverso delle azioni per la comunità e per il territorio. Inoltre, rappresenta una importantissima occasione di crescita personale e professionale per i giovani. Sono circa cinquantamila in Italia i giovani che ogni anno svolgono il SCU, alcune decine anche a Reggio, in particolare in enti e associazioni di volontariato e servizi di assistenza alle persone. Per approfondire visita l’apposito sito https://www.politichegiovanili.gov.it/

NEM - Nessuno Escluso Mai
Testata Web No Profit - Reg. Trib. Reggio Cal n.2/2022
Tel. 3277323525 Via Paolo Pellicano, 21h - 89128 Reggio Calabria (RC)
Direttore Responsabile Giuliano Quattrone - Web Master e Designer Danilo Avila